PASTA FROLLA PER TORTE SALATE

Mi è sempre piaciuto giocare con le farine, lavorarle, fare il pane con il lievito madre e fare anche il pane di altre tradizioni come il chapati indiano o la pita, la pizza, la pasta e i vari tipi di frolle dolce e salata.
Qui vi spiego come faccio la pasta frolla salata con le uova e con il burro, perciò non vegana della quale ne parleremo un'altra volta. Questa pasta frolla piace a tutti ed io la uso per fare la Quiche Lorraine o una semplice torta o tortini salati da proporre come antipasto o come piatto unico . Mi rendo conto che è molto più semplice andare al supermercato e comperare le paste già fatte ma vuoi mettere ? Fare la base (con farina semintegrale che non si trova al supermercato) della tua torta salata fa la vera differenza, provare per credere !

Abbiamo bisogno di :
250 gr farina semintegrale o mescolate metà farina semintegrale e matà farina 0
100 gr burro
2 uova
sale un pizzico



il procedimento è semplice:
in una terrina lavorate il burro morbido con le uova e un pizzico di sale fino a fare diventare il tutto un composto spumoso.
Aggiungere il composto alla farina e cominciare a lavorarlo fino a creare una palla omogenea che metteremo in frigorifero per mezz'ora ricoperto da una pellicola prima di cominciare a lavorarla con il mattarello per dare la forma rotonda o rettangolare della tortiera. Decidete voi di quanto farla spessa, dopo un poco raggiungerete la forma e lo spessore ideale al vostro palato.




Per fare una buona torta salata consiglio di fare uno stufato di verdure un poco al dente e poi di lasciarlo raffreddare prima di metterlo nella tortiera precedentemente oliata o imburrata e infarinata per evitare che la frolla si attacchi al fondo.
Nelle fotografie ho fatto una torta con topinanmbur e porri e una con patate, carote e coste (bieta) ma le possibilità sono infinite...in genere si guarda che cosa si ha in frigo e da li si parte per fare uno stufatino eccezionale. Suggerisco di aggiungere la curcuma che fa sempre molto bene alla nostra salute quasi alla fine dello stufato o dove ci sono le patate dare una spolveratina di timo che male non fa. Vi auguro buon appetito, fatemi sapere come viene !



Commenti

  1. Di solito uso la pasta brisè, senza uovo, ma anche questa mi sembra ottima. Ottima anche l'idea di utilizzare verdure varie, magari un po' appassite, e creare un "carnevale" di sapori. grazie Stefano

    RispondiElimina

Posta un commento